martedì 19 settembre 2017

PAGELLE IGNORANTI

A grande richiesta  sono tornate dopo una piccola pausa, le pagelle più inutili che si siano, ma che regalano un mezzo sorriso.
 Diciamo la verità le mie pagelle sono un po' come il footgolf, lo odi, lo detesti ma non puoi farne a meno, sono come racconta il tennista Andre Agassi ne libro Open, lui odiava il tennis, ma sentiva qualcosa dentro  che non gli permetteva di smettere.

Roberto Salvi voto 9: Ieri era il nome che echeggiava di più nel campo di Terre dei Consoli, tutti volevano sapere come stava, quanto stava, perché giocava, poi un gruppo di studiosi e pluri-laureati hanno iniziato a discutere sul FAMOSO TEOREMA DI SALVI.
''Quando Madre natura ti ha dato forza e tecnica con entrambi i piedi, ti ha dato anche la beltà e l' intelligenza,  ( non come un Del Genio qualunque, che non ha avuto tutto questo), è GIUSTO che ti ha dato un po' di sfiga ''.
Dopo aver plasmato ed edotto questo Teorema, i filantropi festeggiavano e gioivano, quando, con voce soave e leggera si sente ''AOOO madre natura gli ha dato piedi e bellezza ma ve '' sete '' scordati la regazza che vale pure di più '''!! PAPERINO ma con PAPERINA


Gianluca Cimini voto 7: Da grande appassionato di viaggi e posti esotici ci mostra le bellezze e le forme e che ha scoperto in questo viaggio mistico e rilassante in Asia e in particolar modo in MAIALESIA. PIERO ANGELA


Sorrento Footgolf voto 6: Partono da TDC felici e soddisfatti della loro prestazione, ma nel week end in cui le ferrari escono al primo giro, anche loro si fermano dopo 30 km dalla partenza, causa additivo. ARO' HANNO' TROVAT' CHISTU FURGONE'.


Pizzonia-Pinna voto 5: la strana coppia si adopera in uno show alla buca 8. Il buon Mauro viene inviato nella prossimità del laghetto causa ''stroppio'' in gruppo ( lo stroppio come potete immaginare è anche il narratore), il buon Flaviano calcia e la palla si sta per adagiare nel laghetto quando Mauro con uno scatto degno di Bolt scivola salvando il pallone e poi si accascia per una fitta alla schiena, facendo terminare il pallone nel lago. Sembra una triste pagina del panorama footgolfistico, ma il peggio deve ancora avvenire, infatti i 2 per cercare di recuperare il pallone iniziano a tirare verso di lui, funghi trovati sul campo, sembrava di essere in un videogioco. Mario e Luigi


Terre dei Consoli voto 9,5: tralasciando le condizioni del tempo, del campo e blaa blaa blaaa, parliamo dei panorami.
Questa domenica abbiamo avuto una quantità di ''MILF'' non indifferente, che hanno creato un clima animalesco nel golf club.
In tutto ciò è arrivata lei, che noi chiameremo ''Medusa'', colei che ha pietrificato alcuni giocatori nelle vicinanze e ha creato numerose polluzioni ai più giovani.
Si narra che alcuni giocatori  riuscivano a girare la testa di 360 gradi e altri che ancora sono li imbalsamati che attendendo la gara di domenica. AMMALIANTE

Lecce Footgolf voto 6: La sera prima organizzano un pokerino e invitano il mal capitato Paul, è tutto pronto, la madragata per spennarlo anche..., ma dopo alcune ore di gioco nelle loro teste echeggia una voce '' Se non riesci a individuare il pollo nella prima mezz'ora di gioco, allora vuol dire che il pollo sei tu'. ROUNDERS


FootgolfBeers voto 6,5: Finita la gara il Direttore del Golf Club , ci ha ricordato che il dress code è fondamentale e che dobbiamo migliorare e mantenere un self-control più adeguato........ non appena finita la frase, i ragazzi portano sul prato barili e barili di heineken,  mancava una chitarra e un bel falò , perché quando l'alcool scorre nelle vene, tutto è possibile. OKTOBERFEST


Luca Antonelli voto 8,5: Luca è una figura mitologica, tipo il Minotauro o il Cerbero, anzi direi un filantropo, uno studioso della cosa di cui il footgolfista parla di più dopo la '' sfiga'' ( che se ci pensiamo bene porta sempre allo stesso argomento, pensate una lettera che riesce a farci parlare dei 2 argomenti più importanti). Grazie a lui ogni giorno un footgolfista può esclamare '' Santa Madonna''.
ILLUMINATO




martedì 27 giugno 2017

LO SWING NEL SANGUE

Anche nel FootGolf come nel Golf c'è il problema dello swing.
Cosa è lo swing? sicuramente non è un genere musicale come alcuni di voi hanno già pensato, è un movimento naturale o anche innaturale che permette di rilassarsi o di sfogare lo stress e la stanchezza accumulata nella settimana, nel momento in cui si impatta la palla o la pallina.
Analizziamo insieme i 5 fattori chiave dello swing nel golf e vediamo se ci sono parallelismi:

  1.  Velocità della testa del bastone
  2.   Punto di contatto della pallina sulla faccia del bastone
  3.   Angolo di discesa del bastone sul terreno
  4.   Traiettoria della testa del bastone attraverso l'impatto
  5.   Allineamento della faccia del bastone al momento dell'impatto con la palla.

Possiamo notare che la gamba è come un drive o un ferro 5 se preferite, noi imprimiamo alla nostra gamba una velocità per dare forza al pallone, decidiamo se colpirla di collo, di piatto, o di esterno a secondo del impatto con il pallone, dovuto al angolo di discesa che diamo alla nostra gamba, e quindi a secondo dell' effetto che vogliamo imprimere al nostro pallone.
Come disse Ben Hogan “ Il giudice ultimo del vostro swing è il volo della palla 


Stesso discorso è la grande diatriba che c' è nel putt del FootGolf, alcuni puttano di piatto( come gli argentini, come Otero il campione del mondo) e altri con la punta.
Sicuramente chi putta con il piatto ha una sensibilità maggiore del pallone ma forse meno controllo, mentre chi lo fa con la punta vuole ottenere una linea più dritta e costante.
Anche nel Golf  c' è il putt e il bellyputt ( che dal 2016 in parte sarà vietato).
Non c'è niente da fare oltre il campo, questo sport ha sempre più analogie con il golf,
Segno Positivo o Segno Negativo ?
Ai posteri l' ardua sentenza.

Dario Quatrini '' Grande soddisfazione, far parte dell' élite mondiale''

Manca poco più di 10 giorni all' inizio del più importante evento di FootGolf in Italia, il major che si svolgerà al Golf Club Udine, Fagagna (UD) dal 6 al 9 luglio 2017, con un montepremi di circa 20.000 euro e oltre i 200 partecipanti provenienti da tutto il mondo.
Ci siamo fatti quattro chiacchiere con Dario Quatrini, uno degli organizzatori del evento, e segretario dell' AIFG, che ci ha spiegato come è nata la sua passione e alcune novità che potremmo ritrovare all' Open.

1)Caro Dario ,raccontaci come è nata la passione per il footgolf e come hai conosciuto questo sport

- '' Ho conosciuto questo sport grazie ad un amico golfista che mi ha segnalato un articolo su un magazine specialistico in cui si annunciava che per la prima volta in Italia (era maggio 2013) si sarebbe svolto un torneo di FootGolf. Ricordo che quella mattina ero in ufficio. Mi arriva un’email dal mio amico con oggetto “questo è lo sport per te”. Apro il link… ed è scoppiata subito la passione!!''.



2)Sappiamo che sei un appassionato di golf, ma nn lo pratichi, quante similitudini vedi tra i due giochi?

- '' Non pratico il golf ma mi piace seguire i tornei in tv, sono andato perfino in Scozia nel 2014 a vedere la Ryder Cup e similitudini col FootGolf ne vedo tantissime. Al di là dell’affinità in termini di regole, l’aspetto in comune più evidente è l’importanza del fattore mentale, che ha un impatto determinante sulla prestazione sportiva. Probabilmente è proprio tale aspetto mentale l’X factor di queste discipline…quel qualcosa che ti fa appassionare, che crea dipendenza e che ci rende tutti footgolf addicted, per usare un termine molto in voga. ''


3)Fai parte della grande famiglia di AIFG, come è nata questa collaborazione?

- '' In occasione del mio primo torneo giocato (la mitica spedizione in Inghilterra, a Bridlington, nel giugno 2013), parlando con Leonardo mi propose di aiutarlo a far conoscere questa disciplina in Italia. Ho ricordi un po’ offuscati di quelle serate inglesi, passate nei pub con gli altri giocatori stranieri tra birra e palinka, tuttavia ricordo che l’idea di essere co-protagonista di un progetto così ambizioso la avvertii come qualcosa di irrinunciabile. In pratica, a Bridlington nacque e terminò immediatamente la mia carriera di footgolfista!! Non credo che il footgolf abbia perso tutto questo campione eh… intendo solo dire che tornando da Bridlington sono entrato in un’ottica diversa, passando da quella del giocatore a quella dell’organizzatore. E vi assicuro che le cose le guardi e le vivi in modo molto molto diverso…''

4)Potresti descrivere con un aggettivo i tuoi compagni di avventura ?

- '' Certo. Vado in ordine di “anzianità di conoscenza”.

Leonardo = Vulcanico

A dispetto del metro e 20 di uomo, è un vulcano di idee e di risorse. Campione mondiale di “tetris da portabagagli”, tutti noi gli saremo debitori a vita: è lui che ha creato la grande famiglia AIFG e di questo non possiamo che essergliene grati. Ha un carattere “complicato” e a volte capita di confrontarci anche a muso duro, ma sotto sotto ha un cuore d’oro e gode della mia totale stima. D’altronde, se non fosse così, non avrei accettato il mio ruolo (vedi sopra) e sarei rimasto giocatore… e magari ora sarei campione del mondo (ppuahhhhh LOL).

Alberto = Meticoloso

Il nostro mitico Direttore Tecnico svolge le proprie mansioni con una dedizione ed una meticolosità incredibili. Se soffri di insonnia e cerchi qualcuno per farti compagnia puoi chiamarlo… probabilmente alle 3 di notte lo troverai ancora sveglio alle prese con la composizione dei gruppi o la tracciatura di un nuovo campo. Detto ciò, è in corsa con Stefano per il premio “russatore del secolo”, competizione che ci costringe ad emarginarli nei luoghi più ameni degli alberghi dove pernottiamo durante i week-end di gara…

Stefano = Artistico

È l’anima candida della AIFG, il Damiano Tommasi de noartri. La sua vena artistica la esprime in tutto quello che fa e nel modi di porsi: sempre pronto alla battuta e a regalare un sorriso, ci stupisce ogni volta coi suoi video eccezionali. Con un passato da animatore e da cantante di piano bar, una cosa non ho mai capito: Stefano, ma come c…avolo sei finito a fare il programmatore informatico? ''.

5)Negli ultimi anni il movimento è cresciuto tantissimo, crescendo di questo passo sarà perfino difficile organizzare una gara in un solo giorno nei prossimi anni, ci avete pensato?avete in mente qualcosa?

- '' Osserviamo con molta attenzione l’evoluzione del movimento. Dal 2013 al 2017 la crescita dei partecipanti è stata notevole ma devo dire che ci siamo sempre fatti trovare preparati, grazie ad una buona capacità di programmazione e ad un lavoro costante ed intenso. Abbiamo già immaginato diverse soluzioni per quel tipo di evoluzione, quindi, qualora dovesse verificarsi, saremo sicuramente pronti. Di certo, come abbiamo appreso durante il nostro cammino, sarà fondamentale studiare soluzioni che trovino il maggior riscontro possibile tra i nostri giocatori. Per quanto, naturalmente, accontentare tutti è diventato pressoché impossibile, considerando i numeri che ci ruotano attorno. ''

6)A luglio a Fagagna ci sarà L' evento più importante d' Italia di footgolf, ci saranno giocatori da tutto il mondo, che soddisfazione è per voi organizzatori?

- '' Aver ottenuto il major, ossia essere eletti tra i tornei d’elite a livello mondiale, rappresenta per noi un grande motivo d’orgoglio e, allo stesso tempo, un premio per il grande lavoro svolto in questi anni. Certo, tale riconoscimento ci carica di una grande responsabilità, che si traduce dal punto di vista pratico in un ammontare di lavoro aggiuntivo non indifferente, rispetto agli Open precedenti. Tuttavia, siamo pronti alla sfida e ad affrontare quei 4 intensissimi giorni! ''

7)È più grande la soddisfazione di organizzare eventi come questo o il dispiacere di non potervi partecipare?

'' Un pizzico di dispiacere è naturale che ci sia, è la meraviglia di questo sport che lo rende quasi imperdibile!
Tuttavia, ormai siamo entrati in un’ottica diversa, per cui, tanto per fare un esempio, per noi il pensiero che un giocatore parta dal Giappone o dall’Argentina per venire a giocare il nostro major ci soddisfa quanto per un giocatore qualunque un eagle nella buca di spareggio…''

8)Descrivici alcune novità che avete inserito quest' anno e spiegaci come saranno questi giorni.

- '' Di novità ce ne sono diverse. Alcune sono legate alla qualifica di “major” attribuita al nostro Open, altre le abbiamo inserite noi. In base alle linee guida della Federazione Internazionale, ad esempio, un major deve garantire un montepremi adeguato in base alle presenze, prevedere un certo numero di marshall per il controllo della gara, ecc. Di conseguenza, sul campo saranno presenti ben 4 marshall, oltre a sei postazioni per il livescoring, mentre per quanto riguarda il montepremi possiamo dire che l’ammontare dei premi che mettiamo in palio è tra i più alti in assoluto a livello mondiale, con 25.000€ circa di premi cash oltre i trofei, le targhe e le bottiglie Astoria (main sponsor).
Ma la novità più appetitosa, specialmente per chi seguirà da casa, riguarda la diretta streaming realizzata da operatori professionisti con una vera regia, che seguirà metà giornata di sabato e l’intera giornata della domenica, con il commento tecnico di due forze della natura come Paul Killick e Stefano Frantz. Di sicuro, dalla mia postazione in segreteria, dovrò munirmi di un tablet per seguire qualche spezzone, tra uno scorecard e l’altro… ''

9)Come vedi la pattuglia Italiana?chi sono i tuoi favoriti per la gara?

- '' Vedo benissimo la pattuglia italiana che, da quello che sento in giro, è molto agguerrita e vogliosa di far bene. D’altronde, quest’anno stiamo facendo bene all’estero: proprio lo scorso week-end in Francia abbiamo ottenuto una vittoria nella gara a coppie grazie alla coppia Piscopo-Baldini e lo stesso Piscopo, grazie ad un giro finale strepitoso, è riuscito a salire sull’ultimo gradino del podio nella gara individuale. Certo, la controparte straniera è di prim’ordine: ci sono quasi tutti i migliori giocatori mondiali, che sicuramente non verranno in Italia solamente a fare una gita. Kuipers, vincitore lo scorso anno, è di diritto l’uomo da battere, ma i giocatori forti sono talmente tanti che è difficile fare un pronostico. Quest’anno, inoltre, la gara si svolgerà su tre giorni, per cui sarà importantissimo dosare le forze!!  "






mercoledì 21 giugno 2017

LE PAGELLE IGNORANTI

Dopo alcune settimane di pausa tornano le pagelle ignoranti, più attese del rinnovo di contratto di Donnarumma, ci scusiamo per aver saltato una tappa, ma il mare, la spiaggia di Salerno ci hanno distratto in altri pensieri, perché citando una discussione con il Presidente Iannone '' il footgolfista medio è un maniacooooo.......''



Footgolfista religioso voto 4: nella giornata del Corpus Domini, invece che infiorate o processioni, in quel dell' Aquila gira un ecooo insolito e ridondante '' Porcus'', ho sentito cose da giocatori inaspettati. Blasfemiaa


Sergio Marino voto 5: ennesimo infortunio muscolare per il giocatore della RomaFootGolf, si narra negli spogliatoi che questa serie di continui infortuni muscolari, sia dovuta alle sue prestazioni in altri ambiti........ Rocco Siffredi

Federico Del Genio voto 5,5: Il suo pallone viene risucchiato in un buco nero e da quel momento inizia un indagine per cercare di ritrovarlo, con qualsiasi mezzo o ingegno, anche Vespa ha creato un plastico per risolvere il mistero. Ispettore Gadget

Petrana/Elena voto 6+: la gara era già iniziata, quando alla buca 5, le senti arrivare con la musica a palla, cantando a squarciagola '' o-o-o-o- occhi di gatto, o-o-o-o-o occhi di gatto'', fino a qui tutto normale o '' quasi'', ma la domanda che si facevano in campo tutti era. Ma se in macchina con loro c'erano anche Valerio De Pascale e Luca Antonelli, chi era la terza sorella?Misteriose


Tommaso Marini voto 2: Si trovava alla buca 18, doveva spostare il golf cart dalla stradina, subito con fare fiero degno di un pilota di formula 1 cerca di muovere il cart, ma dopo vari tentativi non partiva, il tutto sempre con il piede sul gas a manetta e nella posizione del passeggero , quando improvvisamente si accende, si sente un suono e parte in retromarcia, ( in quel momento il mio unico pensiero non è stato ora muoio dato che c 'era una discesa, ma solamente e unicamente '' Che Grandissima Figura di Merda''). Schumacher


Alessio Galeoni voto 3,5: Si è lui che mi ha chiesto di spostare il cart, per provare alla buca 18 traiettorie mai viste, degne di uno scienziato, di un genio, ma dopo il tiro prende una fratta, poi rischia di rompersi il piede calciando dalla fratta e infine prende un cartello quando esce dalla fratta. Einstein


LecceFootGolf voto 10 e lode: macinano km su km  per queste gare, che per loro sono solo allenamenti in vista del Campionato Nazionale, dato che non hanno campi per allenarsi, per questo meriterebbero un premio a fine anno!! Eroici




Paul Malinescu voto 8: Uno dei primi gruppi a partire, si appresta a tirare alla buca del best approach, Calcia....... ed è suo il best, si avvicina alla bandierina ed inizia a srotolare il metro, srotola, srotola, srotola, alla fine best approach 7,31 metri.Non si molla nemmeno un centimetro. Ingenier Cane





lunedì 19 giugno 2017

L' AQUILA E' DI SPADA


Siamo giunti alla 5^ Tappa del Campionato Interregionale Centro/Sud. Si torna nuovamente al San Donato Golf Club & Resort (AQ) e c'è grande attesa per questa tappa ,visto che sono 5 uomini soli al comando della Classifica Generale. Tra i primi a partire  Giovanni Di Nardo che piazza un -7, nonostante non abbia disputato le prime nove buche alla sua maniera. Nel suo gruppo spicca uno straordinario Dario Quatrini del VetrallaFootGolf che chiude a -9 ottenendo il terzo gradino del podio di tappa, in seconda posizione nuovamente Roberto Salvi che chiude a -10 di giornata mantenendo la vetta per quasi tutta la giornata!
Questa volta il campo è in buone condizioni, ma per molti è più ostico del previsto, nonostante un vento a favore nelle seconde 9, ormai si attendono gli ultimi gruppi per decidere chi vincerà la tappa!

E' un susseguirsi di arrivi e partenze infatti sono 95 i giocatori, ma ancora una volta il protagonista all'Aquila è Giovanni Spada che vince la gara con -11, una prestazione pressoché perfetta con un solo bogey alla buca 4,  delude un po' Marco Esposito che chiude con -3 dopo aver giocato le prime 9 buche contro sbavature e perde un po' di punti dai primi. Buono anche Andrea Piscopo che chiude al quarto posto con -8!
Tra le donne vince sempre lei, Elena D'Este, con un ottimo 79. Tra gli juniores vince Gianmarco Moretti con -4, mentre tra i seniores vince Claudio Zappalà con -2, infine  tra gli over 45 vince nuovamente Daniele Sparacca con -7.
La classifica a squadre vede nuovamente la vittoria della Lazio FootGolf, davanti a VetrallaFootGolf e la RomaFootGolf, ormai la sfida appassionante è tra queste due compagini per aggiudicarsi il secondo posto.
In prima categoria vince Spada, in seconda categoria Dario Quatrini e in terza categoria Tatananni Armando con -5,i premi speciali se li aggiudicano Spada per Hole in one alla buca 2, mentre il best approach è stato vinto da un grandissimo Francesco Cagnoni solamente 58 cm dalla buca.

Prossima tappa sarà il 22 luglio a Perugia e sarà nuovamente la grande sfida tra i '' Magnifici 5'', per la vittoria finale del Campionato.







martedì 30 maggio 2017

Il Ritorno di Piscopo

Questa volta la tappa del Campionato Interregionale Centro-Sud si è svolta al Quadrifoglio Golf Club di Pontecagnano(SA), a pochi passi dal mare in una giornata semi estiva.Nonostante la distanza, la gara ha visto 100 partecipanti, il tutto è stato organizzato dai ragazzi di Sorrento Footgolf, che sono stati ottimi padroni di casa e hanno permesso un perfetto svolgimento, su un campo che è notevolmente cambiato in meglio dalla gara dello scorso anno al Campionato Nazionale ed anche di questo va dato atto ai ragazzi e al loro presidente Ivano Schisano.
Un campo relativamente più facile, con la maggior parte delle buche in fairway che hanno soddisfatto tutti i footgolfisti.
Stranamente i più forti sono partiti quasi tutti con i primi gruppi, consci che la brezza marina poteva alzarsi nel pomeriggio.
Tra i favoriti e padrone  di casa,c 'era Marco Esposito, che non ha deluso le attese e chiuso la sua gara al terzo posto con un ottimo -11, secondo posto per un grande Roberto Salvi anche lui -11, e al primo un gradito ritorno, quest'anno ancora non aveva vinto una gara e questa cosa gli aveva fatto perdere alcune sicurezze, uno straordinario Andrea Piscopo con -12.
Nelle altre categorie, il ritorno alla vittoria che mancava da un po' per il "maestro" Roberto Casalino nella categoria over 45 con - 9, la vittoria di Claudio Liscaio nella categoria seniores con -4, tra gli juniores di Daniele Cecchini con -4, nella categoria femminile vince Elena D'Este con 82 colpi, la gara a squadre è stata dominata dalla LazioFootgolf, davanti al VetrallaFootgolf e al SorrentoFootgolf.
Premi speciali sono andati a Giovanni Di Nardo il Longest tee shoot, il best approach a Danilo Trevis e il premio per hole in one a Francesco Palombi.
Per la prima categoria vince Andrea Piscopo, nella seconda categoria Giorgio Martino con -9 , mentre la terza categoria è vinta da Davide Tosini con -10, nuovo giocatore del Vetralla Footgolf che nonostante abbia iniziato da poco sta ottenendo ottimi risultati.
La classifica generale vede una lotta molto serrata tra Salvi,Spada, Esposito e Piscopo tutti raccolti in pochi punti e con l'outsider Di Nardo anche lui non lontano dai primi sarà un Campionato Interregionale molto tirato, sia per la vittoria finale , sia per i posti in palio per andare al Master di fine anno.

Prossima tappa si torna al San Donato Golf Club (AQ).






giovedì 11 maggio 2017

LE PAGELLE IGNORANTI

Eccole qui attese come come il Natale per i bambini, come i festini da Silvio Berlusconi, come un gol di Berardi al fantacalcio, le pagelle della Tappa.

Del Genio voto 8: è per lui la copertina di questo inizio di stagione pieno di ottimi risultati, è il tronista della 3a Tappa dell'interregionale, il beato tra le donne, gioca e si pavoneggia tra le due donzelle a colpi di birdie e piacionerie. Claudiano

Esposito voto 8,5: parte alla prima buca e prende subito la penalità al suo primo tiro, tra polemiche che avrebbero distratto anche il più santo dei santi riesci a chiudere a -4 come nessun altro sarebbe riuscito a fare, si dimentica al San Donato anche maglia, felpa e kway, ma mantiene la calma. Mahtma Gandhi



Taverna voto 4,5: i giocatori arrivavano a flussi diversi, nei peggiori orari e affamati come i cannibali, il servizio non è stato dei più veloci, si narra che gli ultimi gruppi stanno ancora aspettando il caffè al Aquila, nelle cucine si sentivano le grida di Gordon Ramsey e nella sale le Blasfemie dei commensali. Hell's Kitchen


Giustiniani-Pieracci voto 9: Era la coppia che nessuno voleva vedere nello stesso gruppo, il Diavolo e L' acqua Santa, in molti hanno chiesto di essere spostati nel loro gruppo per vedere questa sfida.
Subito sono stati messi alcuni paletti è stato permesso un bonus di 3 nicchie (le nicchie sono bestemmie o blasfemie) in tutta la gara, dopo un inizio tranquillo il bonus finisce tutto di un fiato dopo 6 buche, chi ci ha rimesso? il povero pallone nei panni della Liceale, che è stato denudato, massacrato e umiliato, come nei film di Alvaro Vitali. La liceale, il diavolo e l'acquasanta.


De Felice voto 7: arrivi alla buca del Best Approach, calci e vedi la tua palla che passo dopo passo entra direttamente in buca, dopo attimi di gioia immensa ragioni e dici'' non ho fatto il Best, non prendo l' hole in one perché Lijoi è più alto in classifica di me!!!'', a quel punto finita la gara in te arriva solo una profonda e insanabile tristezza. Calimero


Volevo chiudere con un altra pagella ma poi stavo guardando '' Febbre a 90'' in tv, e questa frase mi ha colpito, certo l' ho dovuta adattare a questo gioco, ma credo che rispecchi parecchio quello che molti di noi fanno e con cui convivono ogni volta.


'' Man Mano che invecchio la tirannia che il FootGolf esercita sulla mia vita, e quindi su quelle persone che mi stanno intorno, è meno ragionevole e meno piacevole. Il FootGolf è quindi considerato un handicap congenito con cui bisogna fare i conti.''



CIT. FEBBRE A 90