venerdì 27 maggio 2016

La Vita da Footgolfista

Ormai è circa un anno che mi sono appassionato a questo sport e ogni volta che ne parlo la faccia è sempre la stessa tra incredulità e sfottimento, diciamo la stessa faccia che ha fatto Carlo Conti quando  il grande Stefano Cagnoni, gli spiegava cosa era il FootGolf, nel suo programma tv.
Delle volte penso che quando parli di questo sport, la persona con cui ti confronti gli si apre la nuvoletta del cervello alla Homer Simpson......( il loro primo pensiero è .......''Come fa un pallone ad entrare nella buca del golf?'', poi si passa ad un altro must....''Quindi tiri tutti rigori?''e infine...... ''ma le buche dove le fate?''), non so perché ma stranamente tu, FootGolfista riesci a stare calmo e spiegargli il gioco nonostante le domande non siano edulcorate da Zichichi, perché speri di convincere il tuo interlocutore, grazie alla grande passione che provi ogni volta che giochi.
Risultato finale è: al 70%, quella persona pensa che tu non stai bene, che è un gioco semplice e che non vale la pena, il 20% riesci a farlo provare e si appassiona al gioco mentre il 10% si è gia appassionato, solo con la parola metterlo in buca, ( sperando di diventare il nuovo BomBerone alla Bobo Vieri in tutti gli ambiti......).
Il secondo passo è l' abbigliamento, la cosa più importante che c' è in un GolfClub, perché tu puoi essere negato nel gioco, ma devi tenere un dresscode consono al luogo in cui ti trovi, poi lasciamo stare che li trovi nelle fratte a fare pipì, o buttano le sigarette in mezzo al campo, l' importante che tu sia fashion.
Anche il FootGolfista, sta cercando di migliorare in questo aspetto, con polo, gillet, calzini con i rombi e perfino scoppolette , per rendersi più appetibili al luogo che li ospita, spesso con buoni risultati e spesso con risultati che nemmeno Enzo Miccio in '' Come Ti Vesti'', potrebbe salvare .
Il terzo passo è il pallone, voi che non conoscete questo sport potreste pensare che ogni palla va bene, ma anche li si è scoperto che ci sono palloni e palloni.
I due palloni preferiti dai più forti giocatori sono il Jabulani ( pallone ufficiale dei Mondiali 2010, e forse il più odiato dai portieri) e lo SpeedCell ( pallone ufficiale dei Mondiali 2011 di calcio femminile), non sarò certamente io a spiegare la differenza tecnica, tra questi 2 palloni in primis perché non sarei in grado, in secundis perché non voglio fare il figo.......però posso darvi alcune definizioni che darebbero nel mio paese e nei paesi vicini.

JABULANI: ''Dio Caro, sto pallone è tosto come un Selcio*( alcuni dicono anche Sercio)'', ''se lo pjii de punta te rompi il ditone che solo Dio lo sa'', ''Ao, ammazza che noce de cocco'' .

SPEEDCELL: '' Maremma schifida, ma sto pallone non gira manco se usi la playstascion*( l'inglese non è la nostra seconda lingua, quindi ''stascion'' che alcune volte può diventare '' plaistascione''), ''ma lo senti  que' l'è tosto, domani c' ho l' ugno* nero''.

 Vorrei concludere in maniera poetica o sarcastica, posso dirvi chi non lo prova non lo amerà mai, ma chi lo prova difficilmente riesce a farne a meno, e come direbbe Bobo Vieri è un po' come la ..............................:):):):);););)

Buona giornata



Legenda:
* selcio: oggetto molto duro.
* playstascion: playstation
* ugno: unghia del ditone

Nessun commento:

Posta un commento