venerdì 17 febbraio 2017

Piscopo '' Voglio migliorarmi a livello Nazionale ed Europeo ''

Siamo sempre più vicini all' inizio della stagione ufficiale AIFG, ci siamo fatti due chiacchiere con Andrea Piscopo, vincitore del Campionato Interregionale Centro-Sud e grande protagonista della stagione 2016, tra curiosità, obiettivi e ricordi...

- Ciao Andrea, come stai? siamo a pochi giorni dall'inizio della nuova stagione, cosa hai fatto in questo periodo?
- '' Ciao a tutti, bene grazie! In questo periodo di pausa ho continuato ad allenarmi come potevo, tra Terre dei Consoli e qualche torneo promozionale in giro per l' Italia''
- Sei il campione Interregionale Centro-Sud, cosa ti aspetti da questa stagione? Chi temi di più tra i tuoi avversari per l' interregionale?
- '' Mi aspetto innanzitutto di replicare nell' Interregionale e di migliorarmi a livello nazionale ed europeo. L' avversario che temo di più è sicuramente Roberto Salvi, grande giocatore ed amico, se riesce a migliorare alcuni piccoli difetti di concentrazione diventa veramente dura!''
-   Pochi giorni dopo l' esordio, inizierà anche il Campionato Nazionale AIFG, lo scorso anno ti sei giocato la vittoria finale fino all' ultima tappa con Marco Trentin, è sempre lui l' uomo da battere?
- '' Assolutamente si! Marco è veramente una macchina da guerra in questo sport. Anche se ci saranno sicuramente molti altri giocatori che si contenderanno il titolo fino all' ultimo, come Jury Piovesan, Fabio Mazzer, Ivan Camerin.''
Guardando i vincitori dei 5 campionati Interregionali, abbiamo notato che solo tu e Andrea Giudici siete tra i primi 10 della classifica assoluta del Campionato Nazionale, come mai?
E' una casualità o alcuni prendono sotto gamba i tornei interregionali?
- '' Non credo, penso che qualsiasi giocatore deve e voglia sempre cercare di vincere, che sia interregionale, nazionale o un torneo amichevole.''
- Il presidente Iannone ha fatto una grande campagna acquisti, proverete a terminare il dominio di Treviso nel Campionato Nazionale a squadre?
Una grande squadra comporta anche grandi pressioni, come la vivete tu e i tuoi compagni?
- '' Proveremo sicuramente a vincere, anche se battere Treviso è veramente dura, loro sono una corazzata ed una sicurezza per questo sport. Io e i miei compagni la viviamo con il sano agonismo che deve esserci in questo sport, sapendo che per arrivare a vincere dobbiamo battere altre grandi squadre.  Sarà dura ma sicuramente faremo del nostro meglio per provarci.''
- Dalla grande partecipazione delle prime gare interregionali, questo gioco è in grande espansione, cosa ne pensi? Cosa consiglieresti ad un esordiente?
- '' Confermo, è sempre in grande crescita soprattutto grazie all' ottimo lavoro che svolgono i ragazzi di AIFG! Ad un esordiente consiglio innanzitutto di pensare a divertirsi perché i risultati pian piano vengono da soli!
Ma soprattutto di continuare nel tempo anche se i risultati non verranno perché è uno sport che ti permette di passare giornate in Golf Club bellissimi, con panorami strepitosi e di prendere a calci un pallone, è impossibile non innamorarsene.''  
- Se non sbaglio hai giocato per molti anni a calcio, come rapporteresti questi due giochi? Credi sia un vantaggio aver giocato a calcio o a golf per diventare, un grande giocatore?
- '' Beh il calcio è uno sport di squadra dove se sbagli può esserci un tuo compagno pronto a rimediare al tuo errore, invece nel footgolf sei tu a sbagliare e sei tu a fare cose eccelse, è proprio questa la cosa più affascinante di questo sport. Ovviamente aver giocato a calcio è un ottimo vantaggio, soprattutto per aver più facilità di calcio e più coordinazione.
Poi se sei bravo con i piedi e sei stato un giocatore di golf sicuramente è solamente un vantaggio, anche perché credo che il footgolf si avvicini molto più al golf come sport che al calcio, per regole e rispetto!''
- Cosa pensi del World Tour? Hai già deciso a quali tappe parteciperai?
- '' Penso sia una figata pazzesca!! Competere contro i più forti giocatori del mondo è uno stimolo incredibile, sia per riuscire a capire a che livello sei arrivato, e in che modo loro interpretano questo sport.
Per adesso le certezze sono French FootGolf Open e Italian FootGolf Open. Proverò in tutti i modi di farne almeno altre 2, anche se sicuramente non ne sarà contenta mia moglie!''
- Lo scorso anno eri a Cambridge al Open d' Inghilterra, che emozione è stata vincere a coppie con Paolo Di Canio, e aver visto Marco Esposito vincere l' open? Credi di essere cresciuto dopo questa esperienza e in cosa?
- '' Per adesso è stata una delle giornate più belle della mia vita! Io laziale, cresciuto a pane e Paolo Di Canio, mi trovo a Cambridge a vincere insieme al mio idolo di sempre. Fantastico! Marco Esposito è stato fenomenale, lui oltre ad essere bravissimo come giocatore è anche una grande persona, vederlo vincere, prendere in braccio suo figlio abbracciarlo ed emozionarsi è stata un immagine bellissima per noi che lo conosciamo, ma per tutto il footgolf.
Sicuramente mi ha fatto crescere sulla concentrazione, giocare più giorni consecutivi ti fa capire che devi essere concentrato buca su buca, perché un errore fatto il giorno prima può rovinarti il risultato finale.''
- Sei considerato da tutti uno dei giocatori più forti, in cosa dovresti migliorare? Se potessi ''rubare'', tre caratteristiche a tre giocatori diversi, quali sarebbero e a chi?
- Devo sicuramente migliorare nel tenere la concentrazione per tutte le 18 buche. Ruberei a Marco Trentin la capacità di sbagliare e mantenere la concentrazione per tutta la gara. A Juri Piovesan il tiro d' esterno ed il mancino. A Roberto Salvi la potenza sul tee shot.''
- Ultima domanda, chi potrebbe essere il Piscopo del 2017? Indicami un giocatore o una squadra che ancora non sono conosciutissimi a livello nazionale che secondo te, quest'anno farà o faranno un buon campionato.
- '' Credo che la squadra rivelazione sarà Livorno FootGolf. Ed il giocatore non saprei veramente, spero soltanto che chiunque sia, si diverta e ami questo sport come faccio io.


Nessun commento:

Posta un commento